REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

caccia, legislazione venatoria, gare e tiro sportivo
Rispondi
dibiro
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 496
Iscritto il: 06/01/2017, 9:20

REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da dibiro » 12/02/2021, 9:49

Immagino che la maggior parte dei lettori (iscritti e non) del sito abbiano letto l'articolo di Pettinelli sul tema.
Staremo a vedere cosa faranno a difesa dei loro e nostri interessi industriali come Fiocchi e Gussalli-Beretta. Nel frattempo c'è il silenzio di politici e associazioni venatorie, con l'eccezione di Berlato che ha già preso posizione contro.
Qualcuno è riuscito a capire quali saranno i compiti del ministero della transizione ecologica e chi sarà il ministro?

lepanto357
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1280
Iscritto il: 22/03/2016, 14:55

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da lepanto357 » 12/02/2021, 13:58

Tranquillo, non è periodo per raccogliere firme, se non è necessario la gente evita qualsisi contatto e la stampa mi sembra se ne freghi.

cisco60
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 5515
Iscritto il: 13/05/2017, 17:28

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da cisco60 » 12/02/2021, 14:08

Premesso che non sempre, oserei dire quasi mai, la maggioranza abbia anche ragione, non sono del tutto
d'accordo con l'asserzione indicante la caccia come paladina della cultura rurale. Tutti i miei famigliari
sono stati contadini prima che agricoltori, da generazioni ma di coloro che ho conosciuto, solo un cugino
di mio padre era anche cacciatore ed a volte lo accompagnai quando ero piccolo. A quei tempi, si
chiudevano anche tutte e due gli occhi; specie se nella battuta c'era anche il Maresciallo CC del paese.
Tornando a bomba, se giusta o sbagliata che sia, ora la sensibilità della maggioranza della gente non
vuole più sentire di ammazzamenti d'animali selvatici, bisognerà farsene una ragione. Ma per far breccia
e leva sulle contraddizioni di certi così detti animalari, sarà necessaria una strategia che vada ben oltre
al reciproco insulto od alla pubblicazione d'articoli giornalistici negazionisti nei confronti dei cambiamenti
climatici (solo per fare un esempio). Da quando ho cognizione, se mai ne ho avuta, sono sempre stato
contrario alla caccia moderna supportata da tecnologia estrema anche se mi è stato spiegato come questa
ultima serva anche o soprattutto a ottimizzare l'abbattimento facendo soffrire il meno possibile la preda.
Però è più forte di me. Eppure non sono vegetariano; tantomeno vegano ma oggi giorno con tutto il bestiame
d'allevamento che c'è, la caccia ripeto, non la sento mia. Dispiace però anche molto che tutta questa sensibilità
ed energia animalista, nella massa non venga tradotta anche in rifiuto e lotta verso deleterie forme d'allevamento
intensivo. Ultimi studi hanno evidenziato non solo eccessive emissioni di CO2 ma anche alterazioni delle
falde acquifere da paura. Altro che uso del Pb nelle palle per munizioni. Ma che vadano a cagare. Riassumendo,
stiamo vivendo contraddizioni imbarazzanti, per me almeno non c'è dubbio. Mettiamola così. Tra i due mali
propenderei per accettare quello minore nella speranza di cambiare la capoccia anche ai restanti secondi.

Per questa Domenica potreste anche evitare di andare in chiesa che la predica l'avete già sorbita. Amen.
:october:

Customs
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 340
Iscritto il: 12/12/2019, 16:48

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da Customs » 14/02/2021, 18:38

Bravo Cisco, sempre preciso e puntuale, oltre che simpatico.
Senza ipocrisia alcuna la penso come te, in toto.

AIMII
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 229
Iscritto il: 01/03/2017, 23:09

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da AIMII » 15/02/2021, 11:51

Caro Cisco,

da cacciatore, non mi sentirei di dire che la quantita' di cacciatori tra i contadini sia l'elemento sintomatico principale per giudicare la caccia come parte della cultura contadina, provo a spiegarmi.

Io sono cresciuto nelle montagne della Ciociaria, un posto dove ai tempi dei miei genitori gran parte dei contadini, letteralmente, facevano la fame, parlo di gente che era molto contenta di ricevere una pezza per rammendare i vestiti e probabilmente aveva usato le scarpe invece delle "ciocie" solo durante il servizio militare, figuriamoci se era in grado di comperarsi un fucile o aveva il tempo di andare a caccia. Il nonno di un mio amico veniva dalle Romagne, terre ubertose che agli occhi della maggior parte dei contadini ciociari era simile al giardino dell'Eden, aveva due fucili ma lui stesso mi confessava di andare a caccia con due/tre cartucce (ricaricate).

La prima connotazione e' che in quei tempi ed in quella cultura, gli anti caccia erano semplicemente "inconcepiti", cosi' come erano "inconcepite" tutte le varie forme di vegetarianesimo, veganesimo, crudismo etc. che oggi vengono periodicamente tanto reclamizzate (ricordo ancora che la prima volta che sentii parlare di "vegetariana" chiesi a mia zia per essere sicuro di aver capito bene cosa poteva voler dire questa parola), se andavi a dire ad un contadino che non ti mangiavi latte etc. quello ti prendeva per un mentecatto e probabilmente neanche perdeva tempo a spiegarti che senza mungere alle vacche sarebbero scoppiate le mammelle o che poi con il siero del parmigiano ci si integrava l'alimentazione dei maiali e che facendo lo "schifittoso" aiutavi un bel niente la natura.

Oggi, penso che molti cacciatori siano ancora parte e custodi di quell'epoca, le mentalita' e le culture non sono necessariamente legate all'essere cacciatore, contadino, pecoraro o cavallaro, comunque tutti quanti avevano in comune un mondo di cui molti cacciatori sono l'ultima testimonianza odierna.

A parte questa breve occasione per dire di tempi ormai scomparsi, concordo in pieno con Cisco.

Cordialmente
aim


cisco60 ha scritto:
12/02/2021, 14:08
Premesso che non sempre, oserei dire quasi mai, la maggioranza abbia anche ragione, non sono del tutto
d'accordo con l'asserzione indicante la caccia come paladina della cultura rurale. Tutti i miei famigliari
sono stati contadini prima che agricoltori, da generazioni ma di coloro che ho conosciuto, solo un cugino
di mio padre era anche cacciatore ed a volte lo accompagnai quando ero piccolo. A quei tempi, si
chiudevano anche tutte e due gli occhi; specie se nella battuta c'era anche il Maresciallo CC del paese.
Tornando a bomba, se giusta o sbagliata che sia, ora la sensibilità della maggioranza della gente non
vuole più sentire di ammazzamenti d'animali selvatici, bisognerà farsene una ragione. Ma per far breccia
e leva sulle contraddizioni di certi così detti animalari, sarà necessaria una strategia che vada ben oltre
al reciproco insulto od alla pubblicazione d'articoli giornalistici negazionisti nei confronti dei cambiamenti
climatici (solo per fare un esempio). Da quando ho cognizione, se mai ne ho avuta, sono sempre stato
contrario alla caccia moderna supportata da tecnologia estrema anche se mi è stato spiegato come questa
ultima serva anche o soprattutto a ottimizzare l'abbattimento facendo soffrire il meno possibile la preda.
Però è più forte di me. Eppure non sono vegetariano; tantomeno vegano ma oggi giorno con tutto il bestiame
d'allevamento che c'è, la caccia ripeto, non la sento mia. Dispiace però anche molto che tutta questa sensibilità
ed energia animalista, nella massa non venga tradotta anche in rifiuto e lotta verso deleterie forme d'allevamento
intensivo. Ultimi studi hanno evidenziato non solo eccessive emissioni di CO2 ma anche alterazioni delle
falde acquifere da paura. Altro che uso del Pb nelle palle per munizioni. Ma che vadano a cagare. Riassumendo,
stiamo vivendo contraddizioni imbarazzanti, per me almeno non c'è dubbio. Mettiamola così. Tra i due mali
propenderei per accettare quello minore nella speranza di cambiare la capoccia anche ai restanti secondi.

Per questa Domenica potreste anche evitare di andare in chiesa che la predica l'avete già sorbita. Amen.
:october:

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2343
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da DELTAOMEGA » 15/02/2021, 17:12

.
Un tempo si andava a caccia per sfamare la famiglia o la comunità, oggi l'unico significato della caccia è quello di assecondare un divertimento e un godimento perverso al limite della follia.
Un conto è uccidere gli animali da allevamento per il sostentamento dell'umanità, un altro conto è uccidere gli animali selvatici per divertimento cagionando gravi danni ed estinzioni alla fauna del pianeta ... e questo non vale solo per i cacciatori ma anche per i pescatori.

Io vorrei sapere chi è quel pazzo deficiente che ha deciso che gli animali selvatici appartengono allo Stato e a tutti coloro che pagano la concessione governativa ... veramente incredibile ! Gli animali selvatici appartengono a sè stessi ! Siamo nel 2021 ed è surreale che lo debba scrivere, perchè è una cosa talmente ovvia che non ci dovrebbe essere bisogno di dirlo.
Un popolo non può definirsi civile se promulga delle leggi atte a uccidere e a saccheggiare la biosfera.
In base alle leggi fatte dall'Homo Sapiens a uso e consumo, la fauna di questo pianeta deve subire : l'urbanizzazione, la deforestazione, gli incendi, il saccheggio delle risorse ambientali, la conseguente desertificazione, l'inquinamento e come se non bastasse le fucilate di epici eroi chiamati cacciatori, amanti dell'adrenalina.

I cacciatori dunque si ergono a paladini del mondo agro-pastorale - rurale contro i perfidi animalisti e contro gli ambientalisti sanguinari, la cui unica colpa sarebbe quella di difendere la biosfera del pianeta ... :sonno:

Altro che difesa del mondo rurale ... la difesa di un saccheggio senza fine !!! :mha:

PS
Sono pronto a scommettere che i cacciatori odino e disprezzino il film "Avatar" che mette in risalto proprio quanto ho scritto sopra, ovvero una specie deleteria e soverchiante che cerca con la forza di imporre le proprie regole devastanti e saccheggiatrici ad un intero pianeta (nel nostro caso la Terra), abitato da specie autoctone (nel nostro caso la fauna selvatica terrestre).

Si, si, siamo proprio una civiltà coi fiocchi, non c'è che dire ! :mha: A tal proposito mi viene in mente un altro film del 2008 : "Ultimatum alla Terra", assolutamente in tema ... più esplicito di così si muore !
Ultima modifica di DELTAOMEGA il 15/02/2021, 20:21, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
sipowicz
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 14088
Iscritto il: 21/12/2010, 11:34
Località: Sud Salento

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da sipowicz » 15/02/2021, 18:47

....................si parla di caccia e credo che sia giunto il momento di fare qualcosa per la salvezza degli animali cominciando ad eliminare gli animalisti.
Quando il governo teme il popolo, c'è libertà. Quando il popolo teme il governo, c'è tirannia. Benjamin Franklin

lepanto357
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1280
Iscritto il: 22/03/2016, 14:55

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da lepanto357 » 21/02/2021, 23:18

Deltaomega: "Un conto è uccidere gli animali da allevamento per il sostentamento dell'umanità".
Non sono d'accordo, i danni degli allevamenti sono accertati . Consiglio la lettura dei libri di Stefano Mancuso.

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2343
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da DELTAOMEGA » 22/02/2021, 16:08

lepanto357 ha scritto:
21/02/2021, 23:18
Deltaomega: "Un conto è uccidere gli animali da allevamento per il sostentamento dell'umanità".
Non sono d'accordo, i danni degli allevamenti sono accertati . Consiglio la lettura dei libri di Stefano Mancuso.

Ma scherzi ?
Se per sfamare 7 miliardi di persone si dovesse ricorrere alla caccia, in meno di 1 anno la fauna selvatica di questo pianeta si estinguerebbe !

Senza gli animali da allevamento e senza la piscicoltura, potremmo dire addio alla varietà biologica della Terra, distrutta da un specie soverchiante e divoratrice, peggio delle locuste !

L'uomo ha imparato ad allevare gli animali e a coltivare la terra migliaia di anni fa, non ci sono altre soluzioni per il momento, piuttosto va fatto rispettando le foreste, il che purtroppo è disatteso, a causa di delinquenti come Bolsonaro, Putin e altri stronzi che autorizzano le compagnie agricole e forestali a distruggere le foreste per nuovo terreno da coltivare e per il legname ... vanno fermati ad ogni costo. Come al solito l'Europa è divisa a causa dei sovranisti, altrimenti Bolsonaro avrebbe detto addio ai milioni di Euro per la salvaguardia dell'Amazzonia, maledetto !

lepanto357
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1280
Iscritto il: 22/03/2016, 14:55

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da lepanto357 » 22/02/2021, 17:25

_Deltaomega "Ma scherzi?.....
Non ho parlato di caccia !

Avatar utente
DELTAOMEGA
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 2343
Iscritto il: 06/01/2012, 16:02

Re: REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA LEGGE 157/92

Messaggio da DELTAOMEGA » 22/02/2021, 19:14

lepanto357 ha scritto:
22/02/2021, 17:25
_Deltaomega "Ma scherzi?.....
Non ho parlato di caccia !
La mia risposta è chiara e articolata, non la torno a scrivere.

Rispondi