SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

pistole, fucili, carabine, Ex ordinanza, collezione
elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 29/11/2018, 8:22

Vi propongo un confronto tra le seguenti due armi, con relativo calibro (il quale, ovviamente, potrebbe variare).
1)
S&W MOD. 360-PD CANNA 1.7/8"

Immagine
con munizioni FIOCCHI cal.38 SP 158 grani
Immagine
2)
CHARTER ARMS MOD. PITBULL CANNA 2,5"

Immagine
con munizioni FIOCCHI cal.45 ACP 230 grani
Immagine

Premesso che, ovviamente, i revolver a canna corta, "ceteris paribus" (e, cioè, a parità di munizioni), sono decisamente meno potenti di quelli a canna lunga, io mi chiedevo se a parità, o quasi, di canna corta sia più performante una munizione cal.38 SP oppure una munizione cal.45 ACP; questo, facendo riferimento, ovviamente, al munizionamento (più o meno) "standard" di tali tipi di munizioni, perchè, ovviamente, se si utilizzano i BLACK MAMBA per una pistola e non per l'altra, il paragone cessa di essere equlibrato.
Sebbene mi rendo conto che un vero e proprio equibrio non ci sarebbe comunque, a voler essere pignoli, se non considerando molte altre circostanze (temperatura ecc.) sulle quali, per semplicità, ritengo più opportuno sorvolare.
Mi accontento di una valutazione "a spanne"!
Ciò premesso, preciso che io posseggo solo il primo tipo di arma, e, cioè, il revolver S&W MOD. 360-PD CANNA 1.7/8"; il quale spara anche il cal.357 MAG (che ovviamente è fuori confronto), ma che, col cal.38 SP "standard" è molto più gestibile, sebbene mi sembri alquanto "fiacco" per la difesa personale.
Allora, visto che mi si presenta l'occasione di acquistare ad un prezzo davvero "eccezionale" una CHARTER ARMS MOD. PITBULL CANNA 2,5" in perfette condizioni, mi chiedevo se una munizione CAL.45 ACP usata in tale arma, possa o meno considerarsi più efficace per la difesa personale di una munizione CAL.38 SP sparata con l'altra arma.
Personalmente, non saprei cosa pensare! :dubbio:
Ed infatti, indubbiamente, almeno in generale, il CAL.45 ACP deve considerarsi più "stoppante" di un CAL.38 SP (ed anche di un CAL.9, secondo me); ma, in un'arma così corta, considerata la pesantezza della pallottola, non saprei dire se la ridotta velocità del proiettile possa ridurne l'efficacia...ed in quale misura.
Peraltro, di SNUB NOSE in calibro 38 SP ce ne sono a DOZZINE, ma le SNUB NOSE in calibro 45 si contano sulla punta delle dita; il che, vorrà pure dire qualcosa.
Senza considerare il rinculo, il rilevamento, ed altri aspetti ancora su cui, per il momento, non riesco ancora a fare mente locale.
Voi cosa ne pensate? :wink:

dibiro
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 496
Iscritto il: 06/01/2017, 9:20

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da dibiro » 29/11/2018, 9:14

I confronti possono essere in termini di:
-costo
-precisione
-penetrazione
Quello in termini di costo è il più facile perchè basta consultare l'armivendolo meglio accessibile.
Quello in termini di precisione è il più difficile perchè occorrerebbe metter mano a più armi (chi te le dà?. Con simili lunghezze di canna ha scarso significato.
Quello in termini di penetrazione si può fare, paradossalmente, a tavolino.
A parità di tipo di palla la penetrazione è funzione del rapporto energia cinetica/sezione della palla.
La cosa più difficile sta nel trovare valori di velocità riferiti a canne così corte perchè i fabbicanti di munizioni per fare bella figura danno valori riferiti a canne più lunghe (6 pollici alias 152 mm di solito). Se proprio non trovi la V0 con canna da 2 pollici confronta i valori che trovi sulle tavole.
Ti ricordo che l'energia cinetica è uguale a
Velocità(in m/secondo) al quadrato moltiplicata per la massa della palla (in kg! attenzione) e divisa per 2.
La sezione della palla puoi calcolarla come se fosse quadrata invece che circolare perchè così ti risparmi il fastidio di moltiplicare per pigreco e dividere per 4. Tanto ciò che conta è il confronto.
Hai le festività natalizie per fare i conti. Dopo l'Epifania ti interrogo.

Avatar utente
paolo.brsh@gmail.com
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 269
Iscritto il: 09/01/2018, 18:16

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da paolo.brsh@gmail.com » 29/11/2018, 9:34

ciao
mi sembra di capire che i tuoi dubbi riguardino l'uso da difesa, quindi
non capisco cosa c'entri il termine di paragone del costo
comunque..
a favore del 45 c'è prima di tutto che non usa le half clips (anche se non capisco come fa)
che per esperienza diretta sono un disastro in pistole cal 9mmpara e 9x21
entrambe le pistole hanno 5 colpi .....sig!
se fossi obbligato dietro minaccia di morte a portare un revolver per difesa
mai e poi mai userei un bossolo nato per le pistole semiauto...
ciao
paolo brsh

Avatar utente
Marino.visconti
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 7761
Iscritto il: 21/12/2010, 14:14
Località: Gallia Cisalpina - Insubria

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da Marino.visconti » 29/11/2018, 10:51

paolo.brsh@gmail.com ha scritto:ciao
mi sembra di capire che i tuoi dubbi riguardino l'uso da difesa, quindi
non capisco cosa c'entri il termine di paragone del costo
comunque..
a favore del 45 c'è prima di tutto che non usa le half clips (anche se non capisco come fa)
che per esperienza diretta sono un disastro in pistole cal 9mmpara e 9x21
entrambe le pistole hanno 5 colpi .....sig!
se fossi obbligato dietro minaccia di morte a portare un revolver per difesa
mai e poi mai userei un bossolo nato per le pistole semiauto...
ciao
paolo brsh
Sono d'accordo con Paolo, meglio un bossolo rimmed, per quanto riguarda il numero dei colpi, penso che anche solo 5 possono essere più che sufficienti per difesa abitativa.
Si vis pacem, para bellum
ImmagineImmagineImmagineImmagine

elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 29/11/2018, 13:20

Ciao Dibiro.
COSTO
Quanto al costo, il cal.45 standard viene venduto in confezioni di 50 pezzi intorno ai 20 euro, mentre il cal.38 SP standard, viene venduto in confezioni di 50 pezzi a 1 o 2 euro in meno (in genere); per cui, quanto al costo, non c'è una poi grande differenza.
PRECISIONE
La precisione, considerata la lunghezza della canna, secondo me è scarsa in entrambi i casi, a prescindere dal tipo di munizioni usate; ma, considerata la finalità di difesa domestica ravvicinata, non mi sembra che la cosa faccia poi una gran differenza.
PENETRAZIONE
La penetrazione, come giustamente osservi tu, a parità di tipo di palla in è funzione del rapporto energia cinetica/sezione della palla; in questo caso, sempre a spanne, penso quindi che il calibro 38 SP sia un po' più penentrante del cal .45 ACP.
Ed infatti, se è vero, come dici tu, che i fabbicanti di munizioni per fare bella figura danno valori riferiti a canne più lunghe (6 pollici alias 152 mm di solito), è anche vero che si può ragionare in modo proporzionale, facendo i debiti rapporti in ragione della lunghezza della canna.
Cosa intendo dire?
Voglio dire che, per esempio, la FIOCCHI (Top Target Line), attribuisce:
- al cal.38 SP di 158 grani, una velocità di 280 ms, a fronte di 401 JOULE;
- al cal.45 ACP di 230 grani, una velocità di 260 ms, a fronte di 504 JOULE;
Immagine
Per cui, già a spanne, io ne concludo che, posto che il produttore esageri in ogni caso, in proporzione, il cal.38 SP è un po' più veloce, ma ha meno energia del cal.45 ACP, a prescindere dalla pistola con la quale lo si spara; per cui il cal.45 ACP, secondo me, dovrebbe avere un maggiore potere "stoppante" del cal.38 SP (a prescindere dalla "letalità" del colpo, che è una cosa diversa, e dalle diatribe sul concetto di "stopping power").
In ogni caso, volendo, la variazione di velocità dipendente dal variare della lunghezza della canna, naturalmente entro limiti ragionevoli, può essere calcolata in modo alquanto approssimativo assumendo che la variazione di velocità sia proporzionale alla radice quarta degli spazi percorsi dai proiettili nelle rispettive canne; il che vuol dire che lo spazio percorso si calcola misurando la lunghezza che intercorre tra la punta del proiettile e la bocca della canna, aggiungendo poi ad essa la lunghezza del proiettile.
Cioè, matematicamente:
Immagine
Ma essendo io una pippa assoluta in matematica, non mi ci metto nemmeno a fare certi calcoli; mi basta sapere, sempre che i miei ragionamenti di cui sopra non siano del tutto fallaci, che PRESUNTIVAMENTE ed i IN VIA GENERALE, il CAL.45 ACP è probabilmente più idoneo a fermare un aggressore di un CAL.38 SP, anche se sparato con una SNUB NOSE.
Con una COLT 1911, invece, non ho alcun dubbio! :giudice:

elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 29/11/2018, 13:22

Alpha63 ha scritto:
dibiro ha scritto: Hai le festività natalizie per fare i conti. Dopo l'Epifania ti interrogo.
:haha: :haha: :haha:
Dopo l'Epifania, se trovo due amici che si prestano alla bisogna, farò direttamente l'esperimento; ed allora saprò dirvi quale è l'arma e la munizione più efficace :haha: :haha: :haha:[/quote]
In matematica sono una sega!

dibiro
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 496
Iscritto il: 06/01/2017, 9:20

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da dibiro » 29/11/2018, 13:29

Ciao Elzide,

Hai un'idea delle lunghezze di canna usate dalla Fiocchi per elaborare la tabella che hai mostrato?
Per quanto riguarda la radice quarta non è per niente difficile calcolarla con una macchinetta da due soldi che faccia la radice quadrata (praticamente tutte le tascabili, quelle da ufficio spesso non la fanno). Basta fare la radice quadrata e poi ancora la radice quadrata.

elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 29/11/2018, 13:50

Ciao Paolo.brsh
I miei dubbi riguardano l'uso da difesa, per cui il costo non c'entra niente, ma non mi sembra affatto di averne fatto una questione di prezzo; la mia notazione circa l'occasione della PITBULL, era solo a titolo di cronaca...ma, ovviamente, è del tutto irrilevante.
Invece mi interessa molto il fatto che il cal.45 non usa le "half clips"; vorrei che mi spiegassi meglio la faccenda, in quanto, non essendo un esperto, ad essere sincero ed a costo di fare la figura del fesso (che, peraltro, mi riesce molto congeniale) non ne ho mai sentito parlare.
Circa il fatto di usare un bossolo nato per le pistole semiauto in un revolver, in effetti, anche io sono MOLTO perplesso al riguardo; infatti avevo scritto."...di SNUB NOSE in calibro 38 SP ce ne sono a DOZZINE, ma le SNUB NOSE in calibro 45 si contano sulla punta delle dita; il che, vorrà pure dire qualcosa!"
Però non riesco a capire "che cosa"!
Mi interesserebbe molto saperlo, perchè è una cosa importante per decidere, o meno, l'acquisto.
Tra l'altro, la PITBULL, sia per il prezzo irrisorio che per come è fatta, non è che mi dia molto affidamente; sebbene le prove a fuoco che ho visto su YOUTUBE mi sembrino alquanto convincenti e rassicuranti (ma YOUTUBE è solo YOUTUBE, non la realtà). :dubbio:

elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 29/11/2018, 14:30

Ciao Alpha63.
Anche a me risulta che i calibri da revolver possono essere usati anche con pallottole a punta piatta (wad cutter), mentre quelli da semiauto no, per questioni di alimentazione.
Personalmente, con i revolver, io uso spesso i WC, e ti posso assicurare che anche se non vanno "oltre" il bersaglio, "dentro" lo massacrano letteralmente; sia che si tratti di vecchi libri, ovvero di blocchi di argilla o di plastilina.
Le altre pallottole (cal.38, cal.9x21, cal.357 MAG), scavano nel bersaglio un "tunnel" più profondo e più o meno stretto e regolare -foro di uscita a parte, che "svasa"-, mentre il cal.38 SP WC, molto meno potente e veloce degli altri calibri, non ce la fa quasi mai ad uscire dall'altra parte...ma quello che "combina" dentro fa paura a vederlo: scava una vera e propria "CAVERNA", non un "tunnel".
E' un po' come infilare un chiodo nel legno dalla parte sbagliata; tra l'altro, essendo in piombo nudo, il WAD CUTTER si deforma amplificando il suo diametro ed il conseguente danno.
L'immagine che segue parla da sola.
Immagine
Per cui, salvo che l'aggressore non usi un cappotto molto pesante (per non dire un giubbotto antipropiettile), secondo me il proiettili WC sono OTTIMI per la difesa personale.
Anche considerando che:
- hanno poco rinculo e rilevamento;
- fanno un rumore molto contenuto;
- fanno poca fiamma alla volata.
Inoltre, oltre ad essere economici, sono anche ottimi per il tiro a segno! :wink:

Avatar utente
mk1
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1819
Iscritto il: 31/03/2015, 15:01
Località: Turin

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da mk1 » 29/11/2018, 15:02

io sarò un tipo superficiale ma secondo me è come discutere sul sesso degli angioli... secondo me sulla pellaccia non fa alcuna differnza... mio parere personale ovviamente :october:
Non c'é cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo
Bud Spencer :pugile:

elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 29/11/2018, 15:40

Alpha63 ha scritto:Io le WC le ho usate tantissimi anni fa, quando non ricaricavo, solo su bersagli del TSN. Erano le .38 comprate al poligono.
Poi con la ricarica son passato ad altro. Trovo interessante il poter caricare le palle WC ramate nel .357 invece che nel .38 ma non mi sono mai deciso a provarle.
Premesso che io tiro (poco...) solo per diletto senza alcuna esigenza difensiva, così a naso direi che una WC .357 potrebbe essere superiore a qualunque altra cartuccia tradizionalmente usata.
Potrebbe :wink:

elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 29/11/2018, 15:43

tascopropoint ha scritto:Trovo l'utilizzo delle snub per difesa domestica, ...inutili se non superflue, ma a volersi "ostinare" nella scelta, boccerei a priori 38 e 45 in una cannetta corta, privilegiando invece il 9x21. Prove fatte taaanti anni fà, su revolver S&W da 2" in 9x19, rivelarono che non era difficile spuntarci i 50 kgm, che onestamente, i calibri scelti non raggiungeranno mai.

Quanto alla qualità della Pitbull, dopo 3/4 fallimenti, la prenderei con le pinze. Non scordiamo che col revolver da difesa si tira solo in d.a. cosa che a prescindere dall'arma, richiede accurato allenamento.

Da quel che leggo, il Pitbull è venduto anche in 9x21. Che poi si debba usare con le full moon clips o abbia i risalti in camera, lo ignoro.

Parere di Bidello, ...al solito.

:october: :sigaro: :fischio:
Vuoi dire che la Pitbull ti ha fatto 3/4 cilecche (più o meno su quanti tiri)?
Che tipo di cilecche, spiegati meglio!
Grazie :wink:

panella
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1420
Iscritto il: 06/03/2013, 15:22

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da panella » 29/11/2018, 15:53

no...vuol dire che la società è stata dichiarata fallita 3 o 4 volte.....
tra l'altro ricordo di aver letto la prova di quella pistola qualche tempo fa (non ricordo su quale rivista).
L'autore riportava che si faceva fatica ad inserire ed a estrarre le munizioni (o i bossoli) per via del particolare meccanismo adottato in sostituzione delle half moon clips
Ultima modifica di panella il 29/11/2018, 15:55, modificato 1 volta in totale.

Beppepac
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1127
Iscritto il: 21/12/2010, 17:52
Località: Torino

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da Beppepac » 29/11/2018, 15:54

Io la prenderei come dici e rara e solo per questo la comprerei!
La scelta del calibro per difesa e dibattutissimo argomento .
E IMHO dipende anche dalla minaccia faunistica in cui ti imbatti, davanti a dei ratti di fogna cittadini va bene anche un 7,62B.
Ma se si trattasse di un orso in montagna io penserei più ad una 44 Magnum.
tascopropoint ha scritto:Trovo l'utilizzo delle snub per difesa domestica, ...inutili se non superflue, ma a volersi "ostinare" nella scelta, boccerei a priori 38 e 45 in una cannetta corta, privilegiando invece il 9x21. Prove fatte taaanti anni fà, su revolver S&W da 2" in 9x19, rivelarono che non era difficile spuntarci i 50 kgm, che onestamente, i calibri scelti non raggiungeranno mai.
:
Sarei quasi pronto a darti ragione, ma tutti quelli che hanno caricato queste cartucce, sanno che sono sotto dimensionate, soprattutto considerando l'acciaio delle canne di oggi.
Soprattutto nei revolver dove gran parte del energia fuoriesce dalla luce del tamburo!

Alex39
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 1490
Iscritto il: 22/05/2013, 18:57

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da Alex39 » 29/11/2018, 16:21

elzide ha scritto:Ciao Dibiro.
COSTO
Quanto al costo, il cal.45 standard viene venduto in confezioni di 50 pezzi intorno ai 20 euro, mentre il cal.38 SP standard, viene venduto in confezioni di 50 pezzi a 1 o 2 euro in meno (in genere); per cui, quanto al costo, non c'è una poi grande differenza.
PRECISIONE
La precisione, considerata la lunghezza della canna, secondo me è scarsa in entrambi i casi, a prescindere dal tipo di munizioni usate; ma, considerata la finalità di difesa domestica ravvicinata, non mi sembra che la cosa faccia poi una gran differenza.
PENETRAZIONE
La penetrazione, come giustamente osservi tu, a parità di tipo di palla in è funzione del rapporto energia cinetica/sezione della palla; in questo caso, sempre a spanne, penso quindi che il calibro 38 SP sia un po' più penentrante del cal .45 ACP.
Ed infatti, se è vero, come dici tu, che i fabbicanti di munizioni per fare bella figura danno valori riferiti a canne più lunghe (6 pollici alias 152 mm di solito), è anche vero che si può ragionare in modo proporzionale, facendo i debiti rapporti in ragione della lunghezza della canna.

Cosa intendo dire?
Voglio dire che, per esempio, la FIOCCHI (Top Target Line), attribuisce:
- al cal.38 SP di 158 grani, una velocità di 280 ms, a fronte di 401 JOULE;
- al cal.45 ACP di 230 grani, una velocità di 260 ms, a fronte di 504 JOULE;
Immagine
Per cui, già a spanne, io ne concludo che, posto che il produttore esageri in ogni caso, in proporzione, il cal.38 SP è un po' più veloce, ma ha meno energia del cal.45 ACP, a prescindere dalla pistola con la quale lo si spara; per cui il cal.45 ACP, secondo me, dovrebbe avere un maggiore potere "stoppante" del cal.38 SP (a prescindere dalla "letalità" del colpo, che è una cosa diversa, e dalle diatribe sul concetto di "stopping power").
In ogni caso, volendo, la variazione di velocità dipendente dal variare della lunghezza della canna, naturalmente entro limiti ragionevoli, può essere calcolata in modo alquanto approssimativo assumendo che la variazione di velocità sia proporzionale alla radice quarta degli spazi percorsi dai proiettili nelle rispettive canne; il che vuol dire che lo spazio percorso si calcola misurando la lunghezza che intercorre tra la punta del proiettile e la bocca della canna, aggiungendo poi ad essa la lunghezza del proiettile.
Cioè, matematicamente:
Immagine
Ma essendo io una pippa assoluta in matematica, non mi ci metto nemmeno a fare certi calcoli; mi basta sapere, sempre che i miei ragionamenti di cui sopra non siano del tutto fallaci, che PRESUNTIVAMENTE ed i IN VIA GENERALE, il CAL.45 ACP è probabilmente più idoneo a fermare un aggressore di un CAL.38 SP, anche se sparato con una SNUB NOSE.
Con una COLT 1911, invece, non ho alcun dubbio! :giudice:
In conclusione come strumento di morte, uno ammazza meglio dell'altro.
Io queste cose non le scriverei nemmeno, non ci fanno fare una bella figura con la maggioranza della gente comune.

nikkkk
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 169
Iscritto il: 16/02/2018, 12:13

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da nikkkk » 29/11/2018, 18:19

io non sottovaluterei la bella differenza di prezzo delle munizioni, le 45 costano ed essendo da difesa per farci bene la mano ci sparerei almeno 10 scatole ed altre 3/4 minimo l'anno a seguire

la pitbull la valutai anch'io (leggerissima e compatta x il calibro) ma in 44 spl, poi cambiai idea proprio per il costo delle munizioni

paperinik61
Livello 2
Livello 2
Messaggi: 425
Iscritto il: 06/09/2018, 18:24

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da paperinik61 » 29/11/2018, 20:33

Continuo a leggere che il 38 sp è un calibro "anemico".
Di sicuro in Afganistan userei un calibro più performante, ma qui si tratta di difesa domestica, dove si spara al massimo a 4-5 metri ed onestamente una palla di 10 grammi a quasi 300 m/s ho molta difficoltà a considerarla un'esperienza "anemica".
Si muore non solo per il peso e la velocità della palla, si muore in base anche alla zona colpita, se è un punto vitale, alle conseguenze emorragiche ecc. Se volete disintegrare il vostro nemico al primo colpo tenete sotto il letto un fucile a pompa cal.12, entro queste distanze non esiste miracolo possibile.
A mio avviso, e ripeto a mio avviso, qualunque calibro sia revolver che semiautomatica, 9x21, 9x19, 38 spec, 357 magnum, 9 corto, 45 ACP, se sapete sparare è più che sufficiente.
...la trasgressione non è una cosa da fare, ma un modo di fare una cosa...

elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 30/11/2018, 5:46

Alex39 ha scritto:
elzide ha scritto:Ciao Dibiro.
COSTO
Quanto al costo, il cal.45 standard viene venduto in confezioni di 50 pezzi intorno ai 20 euro, mentre il cal.38 SP standard, viene venduto in confezioni di 50 pezzi a 1 o 2 euro in meno (in genere); per cui, quanto al costo, non c'è una poi grande differenza.
PRECISIONE
La precisione, considerata la lunghezza della canna, secondo me è scarsa in entrambi i casi, a prescindere dal tipo di munizioni usate; ma, considerata la finalità di difesa domestica ravvicinata, non mi sembra che la cosa faccia poi una gran differenza.
PENETRAZIONE
La penetrazione, come giustamente osservi tu, a parità di tipo di palla in è funzione del rapporto energia cinetica/sezione della palla; in questo caso, sempre a spanne, penso quindi che il calibro 38 SP sia un po' più penentrante del cal .45 ACP.
Ed infatti, se è vero, come dici tu, che i fabbicanti di munizioni per fare bella figura danno valori riferiti a canne più lunghe (6 pollici alias 152 mm di solito), è anche vero che si può ragionare in modo proporzionale, facendo i debiti rapporti in ragione della lunghezza della canna.

Cosa intendo dire?
Voglio dire che, per esempio, la FIOCCHI (Top Target Line), attribuisce:
- al cal.38 SP di 158 grani, una velocità di 280 ms, a fronte di 401 JOULE;
- al cal.45 ACP di 230 grani, una velocità di 260 ms, a fronte di 504 JOULE;
Immagine
Per cui, già a spanne, io ne concludo che, posto che il produttore esageri in ogni caso, in proporzione, il cal.38 SP è un po' più veloce, ma ha meno energia del cal.45 ACP, a prescindere dalla pistola con la quale lo si spara; per cui il cal.45 ACP, secondo me, dovrebbe avere un maggiore potere "stoppante" del cal.38 SP (a prescindere dalla "letalità" del colpo, che è una cosa diversa, e dalle diatribe sul concetto di "stopping power").
In ogni caso, volendo, la variazione di velocità dipendente dal variare della lunghezza della canna, naturalmente entro limiti ragionevoli, può essere calcolata in modo alquanto approssimativo assumendo che la variazione di velocità sia proporzionale alla radice quarta degli spazi percorsi dai proiettili nelle rispettive canne; il che vuol dire che lo spazio percorso si calcola misurando la lunghezza che intercorre tra la punta del proiettile e la bocca della canna, aggiungendo poi ad essa la lunghezza del proiettile.
Cioè, matematicamente:
Immagine
Ma essendo io una pippa assoluta in matematica, non mi ci metto nemmeno a fare certi calcoli; mi basta sapere, sempre che i miei ragionamenti di cui sopra non siano del tutto fallaci, che PRESUNTIVAMENTE ed i IN VIA GENERALE, il CAL.45 ACP è probabilmente più idoneo a fermare un aggressore di un CAL.38 SP, anche se sparato con una SNUB NOSE.
Con una COLT 1911, invece, non ho alcun dubbio! :giudice:
In conclusione come strumento di morte, uno ammazza meglio dell'altro.
Io queste cose non le scriverei nemmeno, non ci fanno fare una bella figura con la maggioranza della gente comune.
Non ammazza meglio dell'altro...semmai è più idonea a fermare un attacco; sono due cose assolutamente diverse :wink:

elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 30/11/2018, 7:23

tascopropoint ha scritto: Negli Usa è considerata alla stregua di una "suicide special".
:october: :sigaro: :fischio:
Anche stavolta il grande "Bidello" ha visto giusto: la PITBULL e i revolver consimili, negli Usa (e non solo lì) vengono considerati "suicide special" o anche "indispensable suicide".
Si tratta di un tipo di pistola molto piccola e pronta all'uso, che ha una antica tradizione, e non solo come "arma di backup"; ed infatti, nella PRIMA GUERRA MONDIALE, all'inizio i piloti non erano dotati di paracadute, gli aerei erano di legno e tela e non avevano nessuna contromisura in caso d'emergenza, per cui gli aviatori portavano con se una pistola, per uccidersi nel caso l'aereo prendesse fuoco con loro ancora coscienti a bordo.
Pare che quasi la maggior parte di loro sia morta così, a cominciare dal nostro asso Francesco Baracca.
Oggi tale precauzione aerea non è più necessaria, però, per estrema cautela, potrebbe tornare utile (facendo le corna) nel caso in cui si resti "inesorabilmente" intrappolati in un incendio domestico; caso che, come rilevato dalle statistiche, sta diventando sempre più frequente...ma a cui non pensa MAI nessuno (fino a quando non è troppo tardi).
Altro che ladri notturni!
Immagine
Immagine
Ovviamente, la cosa migliore è premunirsi in modo tale da porre in salvo la propria vita:
- tenendo un estintore a portata di mano vicino al letto;
- tenendo vicino al letto due grosse bottiglie d'acqua (da usare anche per bere), per inzuppare un lenzuolo e cercare di passare attraverso le fiamme.
Ma, qualora tali precauzioni risultassero inutili, di fronte ad una morte comunque certa, e sicuramente orribile, avere nel cassetto un piccolo revolver senza sicure da togliere, con canna corta, ed armato con una munizione che "a contatto" non perdona, potrebbe costituire l'"ultima ratio" (come nel caso dei piloti della prima guerra mondiale). :angelo:

elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 223
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Re: SNUB NOSE: è meglio un cal.38 SP o un cal.45 ACP?

Messaggio da elzide » 30/11/2018, 7:31

nikkkk ha scritto:io non sottovaluterei la bella differenza di prezzo delle munizioni, le 45 costano ed essendo da difesa per farci bene la mano ci sparerei almeno 10 scatole ed altre 3/4 minimo l'anno a seguire

la pitbull la valutai anch'io (leggerissima e compatta x il calibro) ma in 44 spl, poi cambiai idea proprio per il costo delle munizioni
Non mi pare che ci sia una gran differenza di prezzo; guarda!
Immagine
Immagine

Rispondi